Cyber Security
Sappi

La sicurezza online è uno sport di squadra.
Scegliamo da che parte stare!

Internet è un divertente campo da gioco. Purtroppo, però, non ci sono molte regole né arbitri, ma in compenso è pieno di utenti scorretti. Proteggere la tua famiglia è tutt’altro che semplice.

Per evitare qualsiasi truffa ai danni dei tuoi familiari, occorre un piano di sicurezza online. A tale scopo, abbiamo preparato una raccolta dei nostri 11 consigli essenziali per garantire la tua sicurezza. Queste undici misure ti aiuteranno a evitare truffatori, cyberbulli, malware, ficcanaso e qualsiasi altro personaggio scorretto incontrabile su Internet.

La tattica? Semplice: divertiti, gioca lealmente e presta sempre molta attenzione!

Secondo attaccante:
Limita il tempo consentito davanti allo schermo

Limitare il tempo consentito davanti allo schermo non è facile, ma i benefici sono impagabili. È dimostrato che trascorrere troppo tempo davanti allo schermo è nocivo per la salute mentale di bambini e giovani adulti. Può causare ansia e depressione, oltre che impedire ai ragazzi di vivere interazioni sociali autentiche e sviluppare una sana autostima. Tutto questo aumenta la vulnerabilità dei ragazzi al bullismo online o attira l’attenzione di potenziali predatori. Concorda con loro un limite massimo di un’ora di connessione al giorno, che puoi imporre automaticamente utilizzando una delle tante applicazioni disponibili. Probabilmente oggi i tuoi bambini ti metteranno il broncio, ma domani ti ringrazieranno. Se invece li lasci liberi di fare quello che vogliono, ne pagheranno le conseguenze.

Creare un account privato per i social media è decisamente utile. Le app di social media possono essere divertenti, ma non è mai bello quando gli estranei ficcano il naso nei tuoi feed, soprattutto se pubblichi contenuti personali. Di conseguenza, è molto meglio limitare l’accesso ai follower che conosci bene, come amici, familiari e altre persone note.

Centravanti:
L’account privato

Ala destra:
Avvisi di Google

La funzione di avviso fornita da Google ti aiuta a monitorare la tua presenza online, inviandoti un’e-mail quando il tuo nome o un altro termine di ricerca compare su Internet. Google offre anche una funzione di allarme, che segnala le attività sospette in qualunque app di Google, offrendoti la possibilità di sventare gli attacchi degli hacker. Questo tipo di servizio è disponibile anche in altre piattaforme e app. A volte si possono ricevere falsi allarmi, ad esempio quando un familiare effettua l’accesso con un nuovo dispositivo, ma vale comunque la pena di impostarli.

In genere le app di social media consentono l’accesso ai nuovi utenti solo se hanno almeno 13 anno di età. Tuttavia, molti tredicenni non sono in grado di gestire l’ansia sociale che può essere scatenata da commenti e “Mi piace”, o dalla mancanza totale di queste reazioni. In realtà, spesso non riescono a gestirla nemmeno gli adulti! Parla in modo aperto e sincero con i tuoi figli delle app che potrebbero distrarli o turbarli. Non permettere mai a un minore di aprire un account dichiarando un’età fittizia, perché questo rischia di danneggiarlo e consente la rimozione di alcune protezioni di sicurezza dei dati che vengono applicate per legge nel tuo Paese.

Ala sinistra:
App appropriate per l’età

Centrocampista:
Autenticazione a due fattori

Molte applicazioni richiedono automaticamente l’autenticazione a due fattori. Ad esempio, potrebbe essere necessario inserire una password e un codice PIN che viene inviato al tuo telefono, soprattutto quando utilizzi un nuovo dispositivo o devi eseguire una transazione finanziaria. Alcune applicazioni, come Gmail, consentono di attivare l’autenticazione a due fattori all’accesso, ed è sempre consigliabile farlo.

Se il tuo account social media viene bloccato, per errore o in seguito a un attacco, utilizzando la funzione per il contatto affidabile puoi dimostrare velocemente la tua identità. L’applicazione invierà il codice di sicurezza a tale contatto, che te lo passerà permettendoti di sbloccare il tuo profilo.

Centrocampista:
Contatto affidabile

Terzino:
Controllo genitori

Molte applicazioni offrono ai genitori la possibilità di controllare i contenuti online accessibili ai figli. È consigliabile utilizzare sempre questi controlli, che bloccano automaticamente i contenuti pornografici o violenti. Tuttavia, non sono in grado di bloccare i contenuti pericolosi più subdoli, e niente può sostituire una dialogo onesto e sincero sulle attività online dei tuoi figli. Evita però di drammatizzare eccessivamente i potenziali pericoli, perché non faresti che aumentare la curiosità dei ragazzi.
I genitori dovrebbero evitare di condividere su Internet troppi contenuti dedicati ai loro figli. Anche se è difficile resistere alla tentazione di pubblicare foto o video delle situazioni più divertenti, come fanno molti genitori, è molto meglio evitarlo. Internet non perdona. Anche se ottieni il loro permesso, i tuoi bambini non sono comunque abbastanza grandi per fornire il consenso informato alla pubblicazione delle loro immagini. Proteggili sempre dagli occhi indiscreti e lascia che crescano in un ambiente riservato. Al massimo, usa WhatsApp per mandare ai nonni qualche tenera fotografia dei nipotini.

Terzino:
Riservatezza dei genitori

Terzino sinistro:
Chiusura dei vecchi account

Se l’account di un determinato social media non viene utilizzato da anni, in genere è consigliabile chiuderlo, perché una persona o un bot potrebbe hackerarlo e utilizzarlo completamente a tua insaputa. Se non vuoi rischiare di perdere le foto e i video che hai pubblicato, puoi disconnettere l’account (rendendolo invisibile) e conservare le credenziali di accesso in un luogo sicuro, o semplicemente caricare i tuoi ricordi in una cartella protetta, su un’unità separata o in un’applicazione cloud.

Se non subisci attacchi o infezioni da malware ormai da molto tempo, potresti avere l’illusione di essere al sicuro e sentire la tentazione di rinunciare a una costosa protezione antivirus o a uno scomodo servizio VPN. Ma la tua famiglia potrebbe subire un attacco informatico in qualunque momento e, se succedesse, ti malediresti per non aver usato una protezione efficace contro malware, ransomware e furti di identità, soprattutto se devi eseguire spesso transazioni online utilizzando connessioni Wi-Fi pubbliche.

Terzino destro:
Pacchetto antivirus

Portiere:
Modifica delle password

La corretta gestione delle password costituisce ancora l’ultima linea di difesa contro buona parte dei pericoli provenienti da Internet. Cambiale spesso, usa password diverse per applicazioni o dispositivi diversi e, se necessario, conservane una registrazione offline, in un luogo sicuro. Non fidarti a salvare le password in un servizio di gestione password, anche se è molto comodo, a meno che tu non abbia la possibilità di disabilitare il dispositivo da remoto in caso di furto e non sia in grado di eseguire l’operazione all’istante quando necessario.
Cyber Security is a team sport
Sappi